VAI SU
ALBUM FOTOGRAFICO
CONTATTI

La storia del vino e le varieta oggi esistenti.

Mappa viticola particolereggiata dell’isola.

Fatevi incantare dalla cucina locale che sa di storia e tradizione.

Trovate ristoranti e trattorie di Corfu

Dove trovare regalini per gli amici buongustai

 

La guida Terra Kerkyra č tradotta in quattro lingue e si trova nelle maggiori librerie greche. Nel caso non riusciate a trovarla potete ordinarla ora.

 

I sapori a Corfu

PAGINA 1, 2

CUCINA CORFIOTA GOLOSITA DESSERT GELATI

Effettivamente qui la tavola apparecchiata e una cosa importante. Il cibo giusto al momento giusto. “Sofrito” la domenica, “pastitsada” nei giorni di festa, “bianco” e verdura nei giorni feriali, vino sempre di propria produzione. D’inverno “burdeto” o fagioli e aringhe, baccala e “scordalia” per l’Annunciazione. Zuppa “avgolemono” a Pasqua. In primavera carciofi con le fave, in piena estate insalata di pomodori, pesce e quello che rimane del vino.

La cucina corfiota e tipicamente mediterranea. Gli ingredienti in comune con il resto della Grecia sono l’olio, il pepe, i legumi, la pasta e la verdura, ma da essa si differenzia a causa delle condizioni climatiche e di alcune vecchie abitudini veneziane. Troverete anche qui “mussaka” e “choriatichi”, ma vale la pena di andare alla ricerca della cucina tradizionale locale, la cui storia e cominciata tanti secoli fa.

A Corfu la cacciagione era scarsa, l’attenzione degli abitanti allora si rivolse maggiormente alla terra e al mare. Dalla terra raccoglievano olive, olio, legumi e verdura e dal mare pesci e molluschi in abbondanza. Preferivano cucinare in pentola rifuggendo fritti e arrosti. E’ certo che la cucina di tutta la Grecia si basa sulla pentola, solo che qui, soprattutto nelle campagne, si ha una vera e propria predilezione. Da sempre i contadini corfioti vivevano in condizioni di poverta, situazione che si aggravo sempre piu quando i Veneziani imposero la coltiva-zione dell’olivo, impedendo lo sviluppo di altre colture. Pane, olio e vino, venivano prodotti in casa, le verdure venivano raccolte dal campo, i pesci li pescati e tutto insieme veniva consumato con molta salsa per inzupparci il pane. Troverete anche il “briam” o altri piatti di origine turca, importati dai greci stabilitisi qui durante gli anni della dominazione turca. Dai Veneziani hanno ereditato molte ricette a base di spaghetti, pasta e carne di vario genere. Il pesce fresco e saporito e facile da trovare poiche i corfioti (ristoratori o no) continuano a pescarli e a cucinarli in vari modi.

Piatti Tipici Corfi oti


Agriolachana
(erbe selvatiche): e un tipico piatto contadino di tutti i giorni, e, a Lefkimmi, dopo averle bollite vengono servite in una scodella con il loro liquido, aggiungendo limone in abbondanza, olio fresco e vino. Secondo la tradizione il contadino beve questa zuppa e dopo aggiunge dell’altro olio e del limone e gusta le erbe con il vino (bevuto dal bicchiere, questa volta).

Bianco: si tratta di pesce (di qualsiasi tipo, ma di solito merluzzo, scorfano o cefalo) in bianco, appunto, cucinato al tegame con limone, aglio e logicamente pepe. E’ un piatto tipico dell’isola.

Burdeto (brodetto): pesce grasso, di solito scorfano, in salsa abbonda-ntemente condita con pepe rosso. Viene cucinato anche con il baccala che, anche se non viene pescato dai corfioti, e loro gradito e viene mangiato spesso.

Stacofisi (stoccafisso): e la versione ricca del “burdeto”. La parola deriva dall’inglese “stockfish”, e si tratta di pesce disseccato, che per essere mangiato deve rimanere per una setti-mana in acqua di mare continuamente rinnovata.

Savoro o savuri, pesce fritto in salsa di rosmarino, aceto, aglio e uvetta. Di solito si mangia il giorno dell’Annunciazione (25 marzo) o la domenica delle Palme.

Pita: di solito si fa con pesce piccolo, sardine o acciughe, al forno, in salsa d’olio, pomodoro, cipolline fresche, aglio, pepe rosso e un po’ di farina.

Pastitsada: quella casalinga, tipica dei villaggi, e fatta nel tegame con galletto, pomodori freschi, cipolla, cannella e moltissimo pepe rosso, e viene servita con pasta di taglio grosso. In molti ristoranti troverete la variante con vitello, che non altera la ricetta originale poiche deriva dallo spezzatino veneziano, che invece del galletto aveva il vitello e invece della pasta le patate. E’ il piatto piu noto a Corfu ed e indicato per pranzi importanti e festivita

Agnello pasquale allo spiedo: viene arrostito precisamente come nel resto della Grecia, ma qui il lunedi di Pasqua.

Zuppa “avgolemono” con manzo - 1: con l’aggiunta di agnello, e il tradizionale piatto della domenica di Pasqua

Zuppa “avgolemono” con manzo - 2: con aggiunta di ali e collo di tacchino per renderla piu saporita. Viene cucinata nel giorno di Natale.

Sofrito: vitello in pentola con salsa bianca, pepe bianco e aglio. Viene accompagnato da patate, pure o pasta ed e di origine francoveneziana.

Tsigareli: erbe selvatiche soffritte con aglio e pepe rosso.

Tsilichurda e una variazione della zuppa tradizionale (nel resto della Grecia e conosciuta come “magiritsa”) che viene cucinata la sera del Sabato Santo, dopo l’Ascensione.

 

 

PAGINA 1, 2

 
STAMPA MANDA QUESTA PAGINA AD UN AMICO
 

© Copyright
All rights reserved